SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sarà la Cassa Depositi e Prestiti a dare al Comune i soldi necessari per rifare le strade di San Benedetto. A dirlo è stato il vicesindaco Assenti, in assemblea pubblica.

 

Ponterotto, come tutti gli altri 15 quartieri della città, ha bisogno di nuove strade. Alla richiesta da parte dei residenti, il vicesindaco Andrea Assenti si è avventurato a spiegare quali siano i progetti per questa zona. In sostanza, ha detto l’assessore, Ponterotto rientrerà nel primo stralcio con il rifacimento della zona Valle del Forno.

 

Mentre descriveva il cronoprogramma, Assenti ha tenuto a precisare che il tutto sarà reso possibile dal mutuo di 600mila euro che il Comune sta per accendere. Una scrittura, appunto, fra l’ente e la Cassa Depositi e Prestiti. Sembra tramontare, dunque, l’ipotesi Unicredit accennata dal dirigente Antonio Rosati nell’ultima commissione Bilancio.

 

Si tratta ugualmente di 600mila euro, cui si aggiungono gli oneri di urbanizzazione maturati negli scorsi anni, per un monte di circa 800-900mila euro. Va ricordato però che, secondo il Documento Unico di Programmazione, le risorse da contrazione di mutuo, nel triennio 2019-2021, sono pari a 5.278.000 euro.

 

Ma i tassi d’interesse richiesti dalla Cdp sarebbero più esosi. La Cassa, infatti, era considerata l’extrema ratio dagli stessi amministratori.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *