SAN BENEDETTO DEL TRONTO –  Il mercato di via Toti  (foto) a Porto d’Ascoli sarà trasferito.  Dove e quando non si sa, ma il 18 marzo il comitato di quartiere Porto d’Ascoli Centro presenterà in assemblea pubblica un progetto che prevede le bancarelle in via Mare ovest, tra il sottopasso ferroviario e via Musone. Ma è solo un’ipotesi. Saranno i residenti a dire cosa pensano del mercato del sabato  in via Mare o in altre location.

 

«Il quartiere Porto d’Ascoli Centro mi ha sottoposto un progetto per il trasferimento del mercatino in via Mare ovest, redatto dall’ing. Gino Micozzi», spiega il presidente della commissione Attività produttive Carmine Chiodi. «Lo porterò sul tavolo della maggioranza per avviare un dibattito nell’amministrazione».

 

Il trasferimento in via Mare ha aperto un’accesa discussione: chi lo vuole e chi non lo vuole. Resta il fatto che da via Toti se ne deve andare, perché il Comune non ha firmato la convenzione con la proprietà del piazzale in cui si svolge il mercato del sabato.

 

Sono state vagliate altre location. Esclusa piazza del Redentore perché è rialzata e non consente di portare i furgoni vicini agli stand. Escluso il ritorno in via Mattei. Un’ipotesi che resta aperta è il trasferimento in via IV Novembre e via Carso.

 

Come finirà? L’assemblea pubblica del 18 marzo fornirà indicazioni su come muoversi: parleranno i residenti di Porto d’Ascoli Centro. All’appuntamento parteciperanno il vice sindaco Andrea Assenti e l’assessore al bilancio Andrea Traini.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *