BOLZANO – La Samb viene subito eliminata al primo turno playoff e mister Giuseppe Magi non nasconde la sua amarezza nel post partita contro il Südtirol:

 

 

«Purtroppo non siamo riusciti a fare la partita che volevamo, non so se per mancanza di coraggio o per merito degli avversari. Nella ripresa nel momento migliore nostro abbiamo preso gol, purtroppo l’episodio del rigore ha spaccato la gara, a quel punto ci siamo allungati ed era difficile recuperare. Il Südtirol ha fatto una grande fase difensiva, ora è inutile gettare la croce addosso a Bove, nell’azione c’erano anche i difensori. Tatticamente la partita è stata identica a quella del campionato ma non abbiamo ripetuto in fase offensiva la stessa prestazione, il primo tempo eravamo condizionati dal vento, nella ripresa loro ci hanno aspettato abbastanza bassi togliendoci la profondità».

 

 

«Sono partite che si giocano anche sulle energie nervose, la Samb in questa stagione ne ha spese tantissime – conclude Magi -. La dimostrazione l’abbiamo avuta dopo il gol. L’amarezza è tanta, i ragazzi hanno dato tutto e nello spogliatoio erano abbattuti. Dispiace perchè ci credevamo, siamo stati seguiti da tanti tifosi, per me la Samb è un onore allenarla, dispiace non aver regalato una gioia a questa grande piazza».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *