Ludoteca “Soqquadro”: lavori partiti, tanto da rifare