Lavori Pubblici, Pignotti: «Una graduatoria già c’è, a che serve un’altra?»