L’arancia non è il frutto con più vitamina C, non lo avresti mai detto

Quali sono gli alimenti più vitamina C? Se stai per dire “arancia” dovrai ricrederti: questi alimenti ne hanno molta di più.

Arancia e Vitamina C
Arancia e Vitamina C – Adriatico24ore.it

Pensare che l’arancia sia il frutto con più vitamina C è prassi comune, ma la realtà è che questa non è la verità. A contenere più vitamina C infatti non è l’arancia, ma ci sono altri alimenti che la battono.

La vitamina C

Prima di svelarti quali sono gli alimenti con più vitamina C, vogliamo raccontarti la storia della vitamina C, una sostanza essenziale per l’organismo umano. La vitamina C venne isolata per la prima volta nel 1928, quando si ricercava la causa dello scorbuto, una malattia che colpiva principalmente i marinai e che provocava emorragie, anemia e disturbi intestinali. Da lì, la svolta: si è scoperto che la vitamina C è fondamentale per lo sviluppo e il mantenimento dei tessuti connettivi, per la formazione delle ossa, per la guarigione delle ferite e anche per mantenere le gengive sane.

Inoltre attiva la vitamina B, converte il colesterolo in acidi biliari e trasforma l’amminoacido triptofano in serotonina. Infine, la vitamina C è un antiossidante molto potente e quando la si pensa all’interno degli alimenti, vengono subito in mente gli agrumi, e in particolare l’arancia. In realtà non è sbagliata come associazione, ma in pochi sanno che ci sono alimenti che ne contengono molta di più, e soprattutto che l’arancia non fornisce il fabbisogno giornaliero di vitamina C necessaria all’uomo!

Infatti, il fabbisogno giornaliero medio si assesta attorno ai 90 mg, mentre un’arancia ne contiene circa 70. Elenchiamo di seguito altri alimenti, insospettabili, che contengono molta più vitamina C dell’arancia.

Gli alimenti con più vitamina C

Kiwi
Kiwi – Adriatico24ore

Un frutto alternativo all’arancia per l’apporto di vitamina C è il kiwi, che ne contiene 71 mg, ma basta mangiarne due per superare l’agrume! Poi c’è il cavolo verza, che è una verdura crucifera: una tazza di foglie di cavolo crude ha 80 mg di vitamina C. Salendo ancora per apporto di vitamina C, troviamo le fragole, che oltre alla vitamina C forniscono all’organismo anche molti antiossidanti. Basta mangiare una tazza di fragole per arrivare al fabbisogno giornaliero di vitamina C, perchè in questo modo se ne assumono 89 mg.

Superano l’apporto di vitamina C i cavolini di Bruxelles, e ne basta una tazza per avere vitamina C, fibre, vitamina K, potassio e sali minerali. Anche una tazza di broccoli è molto utile per la vitamina C, poichè ne contiene 102 mg, così come una tazza di spinacio giapponese crudo, che apporta ben 195 mg di vitamina C!

Peperone giallo
Peperone giallo – Adriatico24ore

Gli ultimi due alimenti, ossia quelli che contengono più vitamina C in assoluto, sono il peperone giallo e il camu camu. Una tazza di peperoni crudi apporta ben 275 mg di vitamina C. Per quanto riguarda il camu camu invece, gli esperti affermano che non esistono altri frutti così ricchi di vitamina C in natura!

Impostazioni privacy