SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo aver “volantinato” per il mercato di San Benedetto, Roberta Fantozzi ha presentato il programma de La Sinistra alle elezioni europee del prossimo 26 maggio, senza rinunciare a qualche reprimenda anche per la politica locale.

 

Gli 11 punti rendono l’idea della linea programmatica, dalle politiche di contrasto all’austerità e al dumping fiscale, al rilancio del Meridione, alla riconversione ecologica.

 

Roberta Fantozzi, candidata alle elezioni europee per La Sinistra nella circoscrizione Italia Centro

 

E proprio su questa parte si concentra l’arringa della candidata, spalleggiata da Gabriele Marcozzi (Rifondazione Comunista) e Giorgio Mancini (ex Sel): «Anni di tagli hanno portato ad un grave impoverimento e una crescita delle diseguaglianze. Lo si percepisce anche nei comuni, che dovrebbero fungere da collante con le altre istituzioni».

 

«Se non si investe sul territorio» prosegue la Fantozzi, «si va avanti con la cementificazione, perché porta nelle casse dell’ente i famosi oneri di urbanizzazione. Ma così si deturpa l’ambiente». Una battaglia che la sinistra sambenedettese sta portando avanti, a suon di assemblee contro le varianti al Piano Regolatore.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *