ANCONA – Una minore spesa complessiva pari a 387.565 euro nel triennio 2019-2021: sarà determinata dal taglio dei vitalizi previsto in una proposta di legge sottoscritta nelle ultime ore dall’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale delle Marche e che dovrebbe approdare in Aula, per l’approvazione definitiva, il prossimo 14 maggio.

 

I criteri ed i parametri per la rideterminazione degli stessi assegni vitalizi sono stati deliberati in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra Stato e Regioni, attraverso l’intesa dello scorso 3 aprile, con l’intento di armonizzare le diverse normative entro il 30 maggio.

 

Un contributo determinante, informa una nota, è arrivato anche dalla Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative, che ha partecipato ai confronti istituzionali con delega ai presidenti dei Consigli regionali di Marche e Veneto.

 

La Regione Marche aveva abrogato l’assegno vitalizio per ex consiglieri a decorrere dalla X legislatura. La nuova normativa entrerà in vigore dal primo dicembre 2019.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *