“La ragazza sembra un maschio, non è stupro”, proteste per la sentenza