ANCONA – La plastica monouso è ufficialmente al bando nelle Marche. Il consiglio regionale ha approvato la legge che ne vieta l’uso sul litorale e nelle manifestazioni pubbliche.

 

Secondo il nuovo testo normativo, sono vietati i materiali in plastica monouso non riciclabili né biodegradabili sulle spiagge del litorale marchigiano. Sotto divieto anche la distribuzione di bottigliette, piatti e bicchieri da parte degli stabilimenti balneari.

 

Ma non finisce qui. La proposta di legge 274 (Biancani/Bisonni) vieta l’utilizzo di questo materiale anche nelle feste, manifestazioni, sagre e mense pubbliche, comprese quelle scolastiche.

 

La legge dispone anche il regime sanzionatorio, che va dai 300 ai 1500 euro per chi viola la legge nelle strutture e manifestazioni pubbliche, e dai 60 ai 300 euro per chi fa uso dei suddetti materiali in spiaggia.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *