SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Pubblicato il bando del project financing della Piscina Comunale Gregori. Dopo tanti annunci è  dunque arrivato il giorno del lancio del bando con cui il Comune intende affidare per 30 anni l’impianto natatorio all’impresa che si aggiudicherà il project financing.

 

Il progetto andato a bando è stato presentato da un gruppo di imprese costituito da Società Beani Annibale S.r.l., Società Caioni Costruzioni S.r.l., Sport Smile S.r.l., Nuovo Mondo Acquatico Sssd A Rl, Società Mida S.r.l.

 

Dal bando. L’importo dei lavori di riqualificazione previsti nella proposta ammonta a 3.358.764 euro, oltre Iva e spese tecniche.

 

La stima del costo della manodopera connesso all’esecuzione del contratto è stata determinata
parametricamente, dato il livello del progetto posto a base di gara, in 1.175.475,14 euro.

 

L’importo del contributo posto a base di gara è pari a 30.000 euro annui (15.000 euro per il primo
anno di gestione), soggetto a ribasso e da intendersi Iva esclusa, rappresenta il contributo in conto
gestione annuale massimo che l’Amministrazione potrà riconoscere al fine di garantire l’equilibrio della
gestione e sostenere per la gestione dei servizi affidati, anche inteso come corrispettivo o canone di
disponibilità, sulla base degli elementi riportati nello schema di convenzione.

 

Il valore del contributo pubblico è dato dalla somma del valore del diritto di superficie (che si stima
ricompreso tra un minimo di 170.000 euro ad un massimo di 250.000 euro) e dal valore del canone di
disponibilità (contributo) per la durata trentennale previsto in 30.000 euro annui (15.000 per il primo
anno) con un valore attuale netto (Van), ottenuto con l’attualizzazione allo stesso Wacc (il costo medio ponderato del capitale) di progetto (3%), di 687.407,52 euro.

 

Il vicesindaco Andrea Assenti va dunque avanti, nonostante al Tar di Ancona penda il ricorso contro il project delle società sportive Cogese e Pool Nuoto.

 

Il Tribunale amministrativo ha intanto nominato un tecnico verificatore per esaminare la relazione di impatto ambientale del dirigente comunale Germano Polidori.

 

Come si ricorderà, l’ing. Aldo Cicconetti, dirigente del settore Attività edilizie del Comune di Pescara, aveva chiesto al Tar delle Marche di essere esonerato dall’incarico di “verificatore” (LEGGI QUI). Il Tribunale amministrativo di Ancona aveva accolto l’istanza di esonero dell’ing. Cicconetti e incaricato il dirigente del “settore 9” della Provincia di Macerata (Gestione del territorio), che poi si è ritirato.

 

Con un nuovo incarico da parte del Tar la mansione di verificatore è stata assegnata al preside di Ingegneria della Politecnica.

 

Il contenzioso del project financing della Piscina Gregori verrà dibattuto il 18 dicembre 2019 al Tar di Ancona.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *