SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La campagna “Operazione Scuole Pulite non ti scordar di me” è stata l’occasione per festeggiare l’arrivo della primavera nelle scuole dell’IC Centro insieme ai volontari di Legambiente del Circolo ”Lu Cucale”  di San Benedetto del Tronto (Presidente Sisto Bruni) .

 

 

Il 5 aprile 2019 nella classe 5 B della Scuola Primaria B.Piacentini, la Sig. Paola Polidori volontaria di Legambiente ha tenuto una bellissima lezione sull’importanza che hanno  i bambini di oggi  nel salvaguardare il nostro pianeta esortandoli alle “Buone pratiche ambientali”. Successivamente ha spiegato le principali caratteristiche delle piantine aromatiche che gli alunni avevano portato da casa. Infine le piantine sono state messe adimora nell’orto della scuola con grande soddisfazione degli alunni e delle insegnanti

 

 

Nella giornata dell’8 aprile 2019, presso la Scuola dell’Infanzia Via Togliatti (6 sezioni) si è svolta l’iniziativaFesta di Primavera, con la partecipazione della volontaria di Legambiente Kessili De Berardinis e di nonno “Fernando Marchegiani” del Laboratorio Verde. Il tema centrale della giornata è stato incentrato sulle buone pratiche per salvaguardare l’ambiente e la natura. I bambini hanno risposto con molto entusiasmo alla proposta “teorico- pratica”, decorando orto e salone con dipinti, seminando, ponendo domande all’esperta, mettendo a dimora le essenze aromatiche nell’orto biologico.

 

 

Il 12 aprile 2019 è stata la volta del plesso Infanzia Marchegiani (6 sezioni). La volontaria di Legambiente, inizialmente, si è rivolta agli alunni di 4 e 5 anni per parlare del rispetto dell’ambiente coinvolgendoli in una serie di riflessioni e domande sull’argomento. Successivamente, anche i bambini più piccoli di 3 anni sono stati coinvolti nella piantumazione per il ripristino dell’orto verticaleodoroso” per festeggiare l’arrivo della Primavera. La presenza di Legambiente di San Benedetto del Tronto ha offerto un momento di riflessione e di cittadinanza attiva stimolante ed utile per valorizzare la vivibilità degli edifici scolastici e sensibilizzare la comunità alle tematiche disostenibilità ambientale.  

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *