SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I disagi alla circolazione stradale a causa dell’incendio della galleria dell’A 14 sono all’origine del ritardo con cui Ermal Meta ha iniziato il concerto al porto di San Benedetto. Era atteso sul palco alle 21.30, ma è entrato in scena alle 21.50. Diversi fans erano rimasti imbottigliati nei 16 chilometri di coda sulla Statale 16, dove è stata deviata la circolazione in seguito alla chiusura del casello di Grottammare. Per dare la possibilità a tutti di non perdere neppure una canzone ha atteso 20 minuti prima di attaccare con l’intro strumentale. In più di due ore di concerto ha regalato belle emozioni agli oltre 1.800 fans.

 

Tanti adolescenti, ma anche adulti per la tappa sambenedettese del tour “Non Abbiamo Armi”. Lo spettacolo era stato calendarizzato per domenica 26, ma il maltempo ha indotto gli organizzatori a posticipare l’evento della stagione estiva della città delle palme a lunedì 27.

 

Il cantautore si è presentato sul palco con una band costituita da batteria, basso, tastiere, due chitarristi più una terza sei corde: la sua. I supporter hanno intonato ogni canzone in sintonia con il vincitore del Festival di Sanremo 2018, applaudendo con calore “Non abbiamo fatto niente”, “Vietato morire, “Amore alcolico” e le altre. Ed ha anche dedicato ad Antonello Venditti “Caro Antonello”.

 

Dopo il bis è rientrato in scena senza band per eseguire alcuni brani accompagnandosi con la chitarra. Sul finire ha svelato di avere avuto problemi di salute, ma ha dovuto abbondare con i farmaci per non deludere i fans, molti dei quali erano arrivati al porto la mattina presto per conquistare le posizioni vicine al palco. Prima di accomiatarsi ha presentato un brano inedito, invitando la platea a non registrare con i telefonini «perché sono geloso». E gli smartphone sono stati riposti nelle borse o nelle tasche.

Entusiati i fans per la performance convincente del cantautore, soddisfatto Meta per la  calda risposta del parterre.

 

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *