SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Regione Marche chiede al governo nazionale una sezione autonoma della Direzione Investigativa Antimafia per combattere le infiltrazioni mafiose nelle attività di ricostruzione del cratere.

 

Nel corso dell’ultimo consiglio regionale (23 luglio), l’assise ha infatti approvato la mozione Leonardi (FdI), volta al contrasto della criminalità organizzata.

 

Nel mirino la possibile infiltrazione della ‘Ndrangheta nella ricostruzione post-sisma.

 

A preoccupare sono anche altri dati, come i 12 milioni di euro di beni confiscati dalla Guardia di Finanza tra il 2017 e il 2018. La giunta regionale si impegna anche a chiedere un potenziamento generale delle forze dell’ordine, richiesta avanzata anche dal consigliere sambenedettese Peppe Giorgini (M5S).

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *