GROTTAMMARE – Omaggi al teatro e al fumetto per la 24a edizione dell’Incontro nazionale dei Teatri Invisibili, che parte da Grottammare venerdì 19 ottobre, con il primo fine settimana dedicato a Leo De Berardinis, uno dei più grandi attori, registi e drammaturghi contemporanei, scomparso dieci anni fa. Da Grottammare a San Benedetto, il calendario 2018 scorrerà tra spettacoli, libri, incontri e progetti per il futuro, diretti dal Laboratorio teatrale Re Nudo, con il patrocinio della Città di Grottammare e il sostegno della Regione Marche, AMAT, Fondazione Cassa di risparmio di Ascoli Piceno.

 

Si comincia venerdì 19 ottobre dall’Ospitale delle Associazioni (via Palmaroli, vecchio incasato – ore 18), con la presentazione dell’iniziativa ‘La città si racconta’, per illustrare al territorio (in particolare alle scuole, alle associazioni e ai centri che si occupano di cultura, di educazione, di sociale, di memoria, di interculturalità) un progetto, nel nome di Leo De Berardinis e della pratica teatrale dialogica e condivisa, da realizzare nel corso dell’anno e che sia in grado di raccontare la città, quella che abitiamo e quella che vorremmo abitare: una città accogliente, solidale, aperta.

 

I partecipanti al progetto collaboreranno alla ‘fondazione’ della nuova città con un ‘abecedario di parole’ ritenute imprescindibili, con dei racconti, delle immagini, dei suoni, delle storie, delle riflessioni, con l’invenzione di una nuova toponomastica insomma con tutto quello che ognuno vorrà condividere e mettere a disposizione degli altri soggetti coinvolti, a partire dalla propria specificità di azione. Tutto ciò diventerà materiale per la realizzazione di eventi e pubblicazioni nel corso dell’anno e, nell’estate del 2019, di uno spettacolo coordinato dal Laboratorio Teatrale Re Nudo. Alle ore 21, il Teatro delle Energie ospiterà la Compagnia Berardi-Casolari in ‘Amleto take-away’.

 

Sabato 20 alle ore 18, ancora all’Ospitale delle associazioni per il convegno ‘Gli invisibili per Leoì, relatori Marco De Marinis, Pierfrancesco Giannangeli, Cristina Valenti e Laura Mariani; in serata, il Teatro dell’Arancio accoglierà la performance teatrale dedicata all’attore scomparso, con Roberto Latini in ‘Omaggio a Leo’. Nell’anno del trentennale della scomparsa del fumettista sambenedettese Andrea Pazienza, la rassegna riserva il week-end successivo alla nona arte. Venerdì 26 alle ore 18, nella libreria Iodio di San Benedetto, si terrà la presentazione in anteprima nazionale del libro ‘Argh’, primo volume dell’opera omnia de ‘Gli scarabocchi’ di maicol&mirco, edito con la Bao Publishing; sempre all’arte del grottammarese maicol&mirco, al secolo Michael Rocchetti, è ispirato lo spettacolo teatrale ‘Il papà di Dio’ tratto dall’omonimo romanzo grafico, che si terrà nel Teatro delle Energie alle ore 21.

 

‘Mi chiamo Andrea, faccio fumetti’ è lo spettacolo che sabato 27 ottobre chiuderà la prima parte dell’ Incontro nazionale dei Teatri invisibili. Dedicato all’artista sambenedettese Andrea Pazienza, lo spettacolo ‘è una biografia non biografia’ nel trentennale della scomparsa. A Teatro delle Energie  alle ore 21 è atteso l’attore bolognese Andrea Santonastaso.

I biglietti saranno in vendita nei luoghi e nei giorni di rappresentazione. Il calendario degli Invisibili

proseguirà a febbraio e marzo 2019. Info e prenotazioni: 3477555404 – 3406490905; email: teatri invisibili@libero.it; teatriinvisibili.wordpress.com; (Facebook) teatriinvisibili; www.amatmarche.net.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *