FERMO Il Ministro degli Interni e leader della Lega Matteo Salvini è stato in mattinata a Fermo per l’inaugurazione della nuova questura e dei nuovi comandi provinciali dei carabinieri e della guardia di finanza. Il segretario del Carroccio è rimasto piacevolmente colpito dalla cittadina marchigiana: «Ho preso l’impegno di venire in questa piccola, cordiale, sana e vivace provincia per chiudere il cerchio e inaugurare anche il presidio dei vigili del fuoco, perché ci sia veramente una gestione completamente globale per quello che riguarda la sicurezza dei cittadini.

 

Ho letto nei giornali locali ‘arriva Salvini città blindata’, e io preferisco invece l’aggettivo sicura, a me piace stare in mezzo alla gente, siamo anche andati in piazza Duomo a prenderci il caffé, e in giro ho incontrato solamente gente perbene. Fermo è una provincia sana, laboriosa, bella; attenzione, perché la mafia arriva ad aggredire i territori proprio se sono sani, laboriosi e belli. Se c’è un minimo segnale di infiltrazione mafiosa va stroncato con ogni mezzo che la democrazia mette a disposizione, perché prevenire è meglio che curare, e da questo punto di vista ritenetemi assolutamente a vostra totale disposizione.

 

Ringrazio tutti voi che siete qui presenti, e se è emozionato il sindaco Calcinaro – continua Salvini -, io lo sono altrettanto. L’amministrazione locale è la cosa più bella, meno pagata e più difficile del mondo e noi le metteremo in condizioni di lavorare sempre meglio, mettendoli al centro dell’organizzazione degli eventi e devono essere coordinati. L’onore e l’onere di mettere il proprio mattoncino per il buon funzionamento della macchina straordinaria della sicurezza è qualcosa di impegnativo, e un amministratore locale lo sa. Ho preso questo impegno per rendere il Paese sicuro 47 giorni fa con l’intento di dare un senso a ciascuno dei giorni che il buon Dio mi concederà nel ruolo di ministro dell’interno.

 

L’Italia non è solo Milano e Roma, è provincia, è montagna, è mare, è contrade. Sicurezza è libertà, lavoro, lotta alla contraffazione, ho firmato pochi giorni fa una circolare dove metto a disposizione anche un aiuto economico ai comuni per pagare gli straordinari delle forze dell’ordine – conclude il ministro degli interni -, in modo da poter garantire una maggiore sicurezza».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *