SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Comune di San Benedetto ha distribuito in città un volantino con le ‘Regole della Movida‘. La locandina riporta in maniera sintetica le regole dell’ordinanza del sindaco Pasqualino Piunti sulla movida molesta. Un modo per ricordare, in maniera semplice e immediata, i comportamenti da tenere ai titolari dei ritrovi e agli amanti della vita notturna.

 

I doveri del gestore sono i seguenti: impedire che le emissioni sonore disturbino la quiete pubblica; non lasciare che si esca dal locale con bevande in contenitori di vetro e lattine dopo le 22; on consentire che si consumino bevande alcooliche (in qualsiasi contenitore) al di fuori del locale o dai suoi spazi attrezzati dopo mezzanotte; impedire comportamenti chiassosi dei clienti: se necessario, chiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine; alla chiusura, pulire l’area esterna dell’attività.

 

I doveri del cliente: evitare schiamazzi o urla che possano recare disturbo alla quiete pubblica; non bere alcoolici al di fuori degli spazi di pertinenza degli esercizi dopo la mezzanotte.

 

Sanzioni previste per i trasgressori. Per la violazione delle norme in materia di inquinamento acustico, sono previste sanzioni amministrative da 500 fino a 20 mila euro a seconda della norma violata (Legge 447/95, Decreto Ministeriale numero 42/17, Regolamento Comunale sull’inquinamento acustico approvato con Delibera di C.C. numero 39 del 19/04/2000). In alcuni casi è previsto il deferimento all’Autorità Giudiziaria per la violazione dell’Articolo 659 del Codice Penale.

Per la violazione delle norme in materia di somministrazione e consumo di bevande alcooliche e di pulizia delle aree esterne ai locali sono previste sanzioni da 25 a 500 euro (Ordinanza Sindacale numero 29 del 25/06/2018).

Chi viene colto in stato di ubriachezza è passibile di Sanzione Amministrativa da 51 a 309 euro (Articolo 688 del Codice Penale modificato dall’Articolo 54 del Decreto Legislativo 30/12/1999 numero 507).

Chi somministra bevande alcooliche ai minori di anni 16, è passibile di arresto fino ad un anno con la pena aumentata se ne deriva ubriachezza (Articolo 689 del Codice Penale). Se il minorenne ha un’età compresa tra 16 e 18 anni, la sanzione va da 250 a 1000 euro (Articolo 14 ter L. 125/2001).

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *