GROTTAMMARELa donna che ha investito una bambina di quattro anni davanti alla ‘Pizzaccia on the beach’ è stata identificata, grazie all’identikit dei passanti che hanno assistito alla scena, alle telecamere della zona e all’appello del padre della piccola lanciato su Facebook. La piccola aveva rimediato la frattura scomposta di tibia e perone ed era stata trasportata all’ospedale pediatrico ‘Salesi’ di Ancona, dopo essere stata stabilizzata nel nosocomio di San Benedetto del Tronto. La bimba, residente a Londra con i genitori, era in vacanza a Grottammare, città d’origine di suo padre.

 

«Ho chiesto un permesso a tempo limitato alla convalescenza della bambina: prognosi cinquanta giorni – spiega il padre della piccola, Fabio, sul suo profilo Facebook -. Per cinquanta giorni o quella ragazza scompare o la trovo, come detto solo per indicarla ai carabinieri. Poi la giustizia farà il suo corso. Come ho già detto lei sta semplicemente aggravando la sua posizione penale da omissione di soccorso. Spero se ne renda conto e vada lei di sua spontanea volontà dai carabinieri. Risponderà di fronte ad un tribunale penale delle sue azioni. La mia piccola è stata riportata a casa. Sta meglio».

 

La famiglia, grazie anche alle forze dell’ordine, potrà ottenere la giustizia che merita: la ciclista ‘pirata’ della strada è stata rintracciata. La giovane ha 27 anni ed è di Grottammare, e se verrà confermata la sua colpevolezza sarà punita secondo le leggi vigenti.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *