SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Durante i lavori delle commissioni consiliari di  lunedì 26 novembre, convocate in occasione del prossimo Consiglio Comunale, la consigliera Alessandra Manigrasso, come annunciato già alla stampa locale, ha illustrato e proposto una mozione tesa ad impegnare l’Amministrazione e il Consiglio Comunale all’adozione di un regolamento disciplinante l’attuazione di misure e azioni finalizzate alla riduzione della produzione di rifiuti plastici in occasione di fiere, sagre e manifestazioni pubbliche e alla promozione di pratiche che rivelino sensibilità ambientali.

 

 

Stefano Novelli,  capogruppo consiliare Movimento Solidarietà e Partecipazione, fa sentire la sua voce:

 

«La consigliere Manigrasso non sa che, da ben otto anni, tra le norme comunali redatte su iniziativa dalle Amministrazioni espressioni del Movimento Solidarietà e Partecipazioni c’è il Regolamento Comunale “Feste Sostenibili”, deliberato dal consesso municipale il 24/06/2010. Tale disciplina normativa stabilisce l’adozione di azioni virtuose da sostenere in occasioni di feste, sagre e ciascuna manifestazione pubblica, sostenendo pratiche di recupero, riciclo e riuso, nel novero delle quali è stabilito l’impiego di stoviglie realizzate in materiale lavabile o monouso e biodegradabili. A proposito delle mensa scolastiche, pure oggetto della medesima mozione, occorre rammentare come i piatti, i bicchieri e le posate siano di materiale lavabile o biodegradabile, in osservanza delle linee guida statuite dalla Regione Marche».

 

 

«La Consigliera Alessandra Manigrasso – continua Novelli-  si fa promotrice di istanze da sottoporre all’attenzione del Consiglio Comunale, ignorando o non assicurando l’attenzione dovuta ad atti già assunti o norme regolamentari già in vigore. Appare quindi sterile l’intendimento espresso, di concorrere cioè  in misura propositiva alla responsabilità amministrativa della città, pur essendo rappresentanti di forze della minoranza».

 

 

Novelli conclude così il suo intervento:

 

«Da tale vicenda, si deduce, altresì, l’ ulteriore conferma dell’impegno costante e duraturo caratterizzante l’esperienza di governo municipale del Movimento Solidarietà e Partecipazione. Un’ azione amministrativa espressione di una sensibilità e di una coscienza educata alla valorizzazione dell’ambiente dalla prima Bandiera Blu del 1999, ormai venti anni fa».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *