GROTTAMMARE – La superficie espositiva della Fiera di San Martino è di 9150 metri quadri circa. Gli spazi concedibili sono 402 così suddivisi: 234 per merci varie 234, 28 per prodotti alimentari, 20 per casalinghi e ferramenta, 38 per somministrazione alimenti e bevande, 7 per animali e fiori, 27 per produttori diretti, 48 per espositori e promotori, 12 per associazioni no profit in piazza San Pio V.

 

Sabato 10 novembre alle ore 16 in piazza San Pio V il Capitano del Popolo annuncerà l’apertura della Fiera in Piazza San Pio V. Seguiranno spettacoli di falconeria ed esibizioni in abiti del XV secolo. Il Capitano del popolo è una figura storicamente legata sia alla Fiera di San Martino che alla Sacra. Eletto dal consiglio cittadino in occasione della ricorrenza della Sacra, comandava le milizie urbane e presiedeva annualmente la Fiera fino alla Sacra successiva.

 

Domenica 11 novembre in piazza Fazzini sarà allestito ‘Il chiosco della pace’ per la promozione della pace e dei diritti umani, con intrattenimento per bambini in collaborazione con gli istituti scolastici cittadini e il Comitato Genitori IC Leopardi, presso il chiosco della Consulta per la fratellanza tra i Popoli di Grottammare dalle 10 alle 17.

 

Nel giardino comunale sarà possibile visitare la Fattoria didattica. A cura dell’associazione culturale Presepe Vivente, anche quest’anno il Giardino comunale accoglierà la fattoria didattica, con l’esposizione di una rassegna di specie animali tipiche delle fattorie marchigiane: vitelli, asini, cavalli, pony, capre, pecore, maiali, conigli, galline, tacchini e papere. In questo modo, la Fiera reinterpreta le proprie origini di mercato boario.

 

Su iniziativa dell’associazione Vivaisti Grottammare verrà presentato il percorso di crescita, dal seme alla pianta intera, dell’alloro di Grottammare. Sempre nel giardino comunale, l’associazione La Mel’Arancia esporrà i primi innesti di Arancio biondo del Piceno.

 

Una selezione di produttori agricoli dell’area montana sarà presente per la prima volta in piazza Kursaal per il ‘Mercato della terra di Comunanza’. Si tratta di piccole realtà vittime del terremoto riunite in un progetto coordinato dal comune di Comunanza e da Slow Food. Nella pineta di piazza Kursaal ci saranno gli stand gastronomici con le specialità culinarie a cura dell’ associazione culturale ‘Madonna della Speranza’ di Grottammare e dell’associazione ‘Help Life’ di Acquasanta Terme.

 

I servizi offerti sono: Bus navetta gratuito da San Benedetto (rotonda Ballarin-rotonda via Garibaldi con fermate: chalet Ischia, Ristorante Tropical, camping Don Diego, residence Le Terrazze, hotel Velia) e da Cupra Marittima (piazzale della Liberta-Stazione ferroviaria con fermate: ex pesa pubblica, fosso Acquarossa, Ascani, ex hotel Tivoli.

 

Parcheggi: lungomare, lungo la linea di transito e isola pedonale di viale della Repubblica, parcheggio ex piazzale ferroviario, area parcheggio sottopasso ferroviario Pertini (est Ferrovia, zona Le Terrazze), parcheggio via Modigliani (ovest Ferrovia, zona Tesino Village), parcheggi centro storico.

 

Soccorsi. I mezzi di soccorso della Misericordia saranno presenti davanti all’ingresso ovest del Municipio (Ss16) e in piazza Kursaal. Il servizio di vigilanza è stato confermato per garantire maggiore sicurezza fino a tarda sera. È gestito dal Corpo della Polizia municipale e dalle Forze dell’ordine, in collaborazione con un’agenzia di vigilanza privata.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *