GROTTAMMARE – Il Grottammare si mangia le mani contro l’Urbania, vanificando il doppio vantaggio e strappando solo un pareggio nell’ultimo turno del campionato di Eccellenza.

 

Allo stadio Pirani finisce 22, con gli uomini di Manoni che passano in vantaggio ad inizio ripresa dopo un primo tempo con tanti sbadigli. Al 54′ Ciabuschi impegna il portiere avversario, sulla respinta arriva l’ex Samb D’Angelo che mette dentro facilmente e porta avanti i suoi.

 

I biancocelesti vanno sul 2-0 al 17′ con Rapagnani che fa secco Ducci su ottimo servizio di Oresti. Sullo 0-2, però, gli ospiti non mollano e portano a casa una clamorosa rimonta: prima un rigore di Fraternali, poi Ottaviani in pieno recupero mettono in scena la più classica delle beffe: quanti rimpianti per il Grottammare.

 

GROTTAMMARE (4-3-3): Beni (17’pt Renzi); Mancini (29’st Orsini), Vespasiani, Oresti, Vallorani; Traini, Haxhiu, De Cesare (1’st Di Antonio); D’Angelo, Ciabuschi (44’st Maiga Silvestri), De Panicis (12’st Rapagnani). A disp.Franchi, Casolla, M. Ioele, Di Giorgio, Rapagnani. All. Manoni.

 

URBANIA (4-3-3): Ducci; Renghi, Temellini, Rebiscini, Barzotti (26’st Ottaviani); Cusimano, Cusimano, Giovannelli (16’st Procacci), Bozzi (39’st Cantucci), Corsini (19’st Bicchiarelli); Pagliardini, Fraternali. A disp. Stafoggia, Rossi, Hoxha, Cantucci, Lucciarini, De Bartoli. All.Fenucci.

 

MARCATORI: 9’st D’Angelo, 17’st Rapagnani, 25′ st rig. Fraternali, 47’st Ottaviani.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *