SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prima edizione coinvolgente, garanzia di spettacolo ed agonismo, quella che è andata in scena a San Benedetto del Tronto nella cronometro per juniores che ha anticipato il vero confronto tra i professionisti all’ultima tappa della Tirreno Adriatico NamedSport, manifestazione inedita allestita dal Pedale Rossoblù Picenum in sinergia con la RCS Sport, la Regione Marche e l’amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto.

 

 

Una quarantina gli juniores di scena sul medesimo percorso di 10 chilometri dei professionisti: anche in una distanza breve e con l’insidia del vento contrario che spirava da nord, il campione italiano juniores in carica della specialità Andrea Piccolo del Team LVF ha coperto i 10 chilometri in 12’12” alla media ragguardevole di 49,110 km/h, nove secondi meglio di Antonio Tiberi (Team Franco Ballerini – 12’21”). I corridori marchigiani hanno lottato a lungo per rimanere sul podio e solo Gianmarco Garofoli (Team LVF Marche – 12’37”) è riuscito a cogliere il terzo posto facendo meglio del compagno di squadra Gidas Umbri (12’51”).

 

 

La manifestazione è stata comunque organizzata nel migliore dei modi con un buon agonismo per gli specialisti delle gare contro il tempo ed anche per quelli meno avvezzi a questo tipo di prove che hanno fatto del loro meglio per essere protagonisti in una “vetrina nella vetrina” nel grande contesto della Corsa dei Due Mari.

 

 

E non sono mancati gli elogi in prima persona da parte di Davide Cassani (commissario tecnico della nazionale italiana professionisti e coordinatore unico delle squadre nazionali) presente nel corso della gara e della cerimonia di premiazione assieme a Marino Amadori (cittì della nazionale italiana under 23), Rino De Candido (cittì della nazionale italiana juniores), Mario Ballatore (consigliere comunale di San Benedetto del Tronto), Lino Secchi (presidente del comitato regionale FCI Marche), Marco Marinuk (consigliere regionale FCI Marche), Emanuele Senzacqua (presidente della commissione giudici di gara FCI Marche), Sonia Roscioli (responsabile dell’organizzazione Granfondo San Benedetto del Tronto), Alessio Marcozzi (presidente del Pedale Rossoblù Picenum), Marco Lelli (presidente del comitato provinciale FCI Ascoli Piceno-Fermo) e Stefano Vitellozzi (tecnico regionale FCI Marche) per un format di manifestazione che ha lasciato positivamente il segno tra gli addetti ai lavori, i tecnici e gli stessi ragazzi che hanno provato per alcuni minuti l’emozione di gareggiare come un professionista.

 

 

E a contorno della gara agonistica, la consueta sfilata di tutto il vivaio giovanile del Pedale Rossoblù Picenum, a ritmo blando, a chiudere una meravigliosa giornata dedicata alle due ruote per tutti i gusti.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *