SAN BENEDETTO DEL TRONTO – 10 aprile 2016, esattamente tre anni fa. La Samb di Ottavio Palladini batteva la Jesina per 2-1 al Riviera delle Palme e conquistava la promozione in Lega Pro dopo 7 anni di attesa: ci pensarono Titone e Sorrentino a far scattare la festa dei quasi 7.000 tifosi sugli spalti, pazzi di gioia per il ritorno tra i professionisti. Poi la grande festa al ‘Torrione’, con la Rocca tutta illuminata di rossoblù.

Da quel giorno in casa rossoblù sono successe tante cose, con belle vittorie sul campo e avventure ai playoff che comunque saranno ricordate positivamente dopo tanti anni di inferno nei dilettanti.

 

 

Fino ad arrivare alla stagione attuale, probabilmente la più complicata dell’era Fedeli. Ora ci sono 4 partite da giocare al massimo, poi si tireranno le somme, ma una cosa è certa: a San Benedetto non si muore mai, a prescindere da tutto.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *