SAN BENEDETTO DEL TRONTO –  Varato “Freekì”, l’evento estivo per i bambini. Un festival dedicato alle famiglie e ai più piccoli, che si svolgerà ai primi di agosto al centro, nella pineta di via Pasqualetti. Il nome è ripreso da “freché”, che in vernacolo vuol dire bambino.  Il festival è organizzato dall’Associazione Albergatori Riviera delle Palme con il patrocinio del Comune. I dettagli vengono illustrati venerdì 26 aprile alle ore 17 al tavolo del turismo, che si svolge nel Municipio di viale De Gasperi.

 

«Organizziamo l’evento con l’intento di rafforzare le presenze in un periodo dell’estate in cui  tendono a diminuire», spiega il presidente dell’Associazione Albergatori Riviera delle Palme, Gaetano De Panicis.

 

Continua De Panicis: «Il festival diverrà un appuntamento fisso della stagione balneare, proprio perché contiamo di avere prenotazioni quando notoriamente ve ne sono di meno, perché c’è il cambio tra i vacanzieri di luglio e quelli di agosto.

 

Il sindaco Pasqualino Piunti è rimasto entusiasta del nome, in quanto si pronuncia come bambini in dialetto, ma è anche giocato sulla combinazione di “free” che in inglese vuol dire “libero” e “ki” che in giapponese significa “energia”. “Freekì” sarà finanziato dal Comune con una parte dei proventi della tassa di soggiorno».

 

La grafica e il logo (foto) sono stati creati da Ottavia Pompei, artista sambenedettese che vive a Roma, dove si è laureata all’Accademia di belle arti. E’ stata contattata da Giulio Brandimarti, collaboratore degli Albergatori per il marketing. Brandimarti è il supervisore di “Freekì”.

 

La locandina è molto carina: due bambini fanno il bagno, quello sulla zattera con la bandiera rossa e blu va a salvare una bambina mentre viene assalita da uno squalo.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *