CUPRA MARITTIMA – La sezione paleontologica del Museo Malacologico di Cupra Marittima si è arricchita di un nuovo importante reperto fossile miocenico: una emimandibola di balenottera rinvenuta nel deserto del Sahara, in ottimo stato di conservazione, nonostante i suoi 19 milioni di anni: è lunga oltre due metri per 120 chilogrammi di peso per effetto della sua pietrificazione.

 

Il nuovo reperto va ad integrarsi con i fossili esistenti costituiti da decine e decine di ammoniti di varie parti del mondo tra cui Germania, Marocco, Inghilterra, Madagascar, Francia; ai nove dinosauri rinvenuti in Cina , Germania e Brasile e all’imponente rettile marino del Cretaceo di ben otto metri di lunghezza, il terribile Mosasauro, rinvenuto in Marocco una decina di anni fa: un grande divoratore di molluschi dell’età di 72 milioni di anni.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *