OFFIDA –  Il candidato sindaco Luigi Massa chiama a raccolta i cittadini in vista delle prossime elezioni. «Il gruppo “Offida Solidarietà e Democrazia” rappresenta molto più dell’impegno, della dedizione e del lavoro di donne e gli uomini che ne hanno sostanziato l’azione e il progetto – spiega Massa –  e mi piace definirlo una casa che negli anni è stata costruita, ampliata, resa funzionale, grazie a tutta la nostra comunità, agli offidani che ci hanno riversato i loro sogni. Un apporto che non è configurabile semplicemente come sostegno al progetto politico ma è stato vissuto con lo spirito di condivisione e di  partecipazione per il progresso della nostra città».

 

 

«La partecipazione è e sarà sempre – continua Massa –  il nostro principale valore e su questa base vogliamo fondare nuovamente il futuro del nostro progetto per Offida, perseguendo nuovi obiettivi e raggiungendo le aspirazioni che merita una città come la nostra. Partecipare è futuro. Nei prossimi 5 anni lavoreremo per potenziare ancor di più i vari comparti. Sosterremo il commercio di vicinato con misure possibili di defiscalizzazione di imposte e tariffe comunali e il settore industriale pensando a un pacchetto “Meno tasse a chi investe e alle aziende in difficoltà”. A livello culturale renderemo sempre più importante e a livello nazionale, il Festival di Teatro Amatoriale e rafforzeremo il Sociale programmando la realizzazione di una moderna struttura socio/sanitaria residenziale».

 

 

«Abbiamo pensato anche a uno sportello comunale al servizio degli agricoltori e a una nuova segnaletica promozionale tematica in area vasta. Ci impegneremo a riqualificare l’area impianti sportivi, finalmente di proprietà comunale – conclude Massa -. Per noi partecipazione è futuro e per questo renderemo i FORUM, la cui efficacia abbiamo sperimentato nel percorso di elaborazione di questo Programma Amministrativo Elettorale, uno strumento ordinario e riattiveremo le Giunte itineranti nei quartieri. Ci impegneremo nella realizzazione di tutti i nostri propositi, con una squadra di uomini e donne che, partendo dall’esperienza degli amministratori uscenti, vedrà il coinvolgimento di nuove figure».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *