SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una mostra personale dal titolo “Earthquale in center Italy” di Alberto CicchiniSi terrà nella città di Colonnella dal 27 luglio al 30 agosto 2019 in piazza Garibaldi e sarà aperta al pubblico dalle ore 18 alle 24.

 

 

Il tema della mostra è il terremoto che ha colpito il Centro Italia nel 2016. In questo Reportage si mostra cosa è accaduto in quelle prime ore; si racconta l’impatto della forza della natura sulla quotidianità  di ognuno di noi: l’impatto drammatico che ha messo in ginocchio interi paesi e borghi caratteristici. Il senso di impotenza e fragilità sono visibili dalle case sgretolate, dai giochi tra le macerie, dagli orologi fermi alle 3.36, per non dimenticare mai Amatrice, Accumoli, Pescara del Tronto, Arquata e tutte le frazioni limitrofe, per non dimenticare cosa ognuno di noi ha ogni giorno e spesso dà per scontato, che esistano: coscienza, regole per  ben costruire.

 

 

Alberto Cicchini nasce a San Benedetto del Tronto il 2 luglio 1968. Sin dall’età di dieci anni nutre una grande passione per la fotografia analogica. Nel 1996 prende forma il suo cammino nella fotografia, e nel 2004, affascinato dal mondo del fotogiornalismo sportivo, inizia come praticante, collabora con l’agenzia “Toto Press di Montecatini Terme e nel 2007 diventa pubblicista, lavora con “Il Messaggero” e varie agenzie di stampa con cui decolla la sua carriera che con gli anni si arricchisce di molti riconoscimenti internazionali,perché è la sua passione che viene trasmessa dalle sue foto. 

 

 

Nel 2009 segue da vicino, e sin dalle prime ore, la tragedia del terremoto de L’Aquila. Partecipa con l’associazione SAVE L’AQUILA PROJECT no-profit alla realizzazione di due mostre di beneficenza con 25 fotografi internazionali e agenzie di stampa: il 3 ottobre 2009 Los Angeles Santa Monica Jeanie Madsen Gallerye il 20 maggio 2010 Ambasciata Italiana a Washington. È stato premiato con la sua storyboard  che sarà in mostra a Colonnella Earthquake in Center Italy in vari concorsi internazionali importanti con giurati di spicco: Londra, Parigi, Tokyo, Italia, Los Angeles, RussiaUn buon motivo per visitare questa mostra ormai famosa in tutto il mondo.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *