«Derubati e beffati a Rimini: la prossima volta andremo a Riccione»