SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dehors dei bar e ristoranti, Porto d’Ascoli come il centro di San Benedetto del Tronto: la Soprintendenza delle Marche mette i paletti.

 

«Nell’ultimo incontro avuto con l’architetto Miriam Pompei – riferisce il sindaco Pasqualino Piunti – c’è stato detto che vorrebbero applicare le restrizioni del centro di San Benedetto anche Porto d’Ascoli Centro e a via Mare. Ora aspettiamo che la Soprintendenza ci consegni le osservazioni al Regolamento, per presentarlo alle commissioni Urbanistica e Attività produttive».

 

Ristoranti e bar premono per un Regolamento per l’occupazione del suolo pubblico più permissivo. «Sono disponibile a trattare con le associazioni di categoria – chiosa Piunti – tranne che sulla sicurezza stradale e sulla fruibilità dei marciapiedi per i disabili. Vedremo di produrre un documento che sia il migliore possibile».

 

Quando si parla di dehors si parla di tende, tavoli e sedie posti all’esterno dei pubblici esercizi. Attualmente ci sono gazebo in stoffa o in vetro chiusi sui quattro lati. Il nuovo Regolamento vieta i gazebo al centro e al Paese Alto: solo ombrelloni e superfici ridotte. Anche  a Porto d’Ascoli ci saranno queste limitazioni?

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *