POLITICA – Il deputato della Lega Luca Paolini riporta in auge l’ex commissario della provincia di Ascoli Piceno, Massimiliano Castagna. L’on. Paolini, già coordinatore delle Marche, ha incollato sulla sua bacheca di Facebook un post di Castagna, accompagnato da un commento al vetriolo rivolto a qualche esponente del Carroccio.

 

«Copio dal mio amico Massimiliano Castagna – scrive Paolini – questa bella frase di Seneca».
Ecco il post dell’ex commissario Piceno: “È ingrato chi nega il beneficio ricevuto, ingrato chi lo dissimula, più ingrato chi non lo restituisce, il più ingrato di tutti chi lo dimentica. (Lucio Anneo Seneca)”.

 

Poi Paolini commenta al veleno: «Ringrazio l’amico che mi ha illustrato i rischi di pubblicare un post di Castagna, che secondo lui verra archiviato, inviato e segnalato a chi di dovere. Faccio l’avvocato e sono in grado di valutare».

 

Continua il deputato: «Io ero e resto amico di Castagna anche se si e dimesso dalla carica che ricopriva nel partito perché è, e resta, una persona per bene, oserei dire perfino una testa pensante, stimato da tutti, senza pendenze con la giustizia, frequentazioni imbarazzanti o semplicemente incapaci di dire quattro parole in fila che abbiano un qualche contenuto di pregio, e la cui sola abilita è il pettegolezzo, la diffamazione e la ruffianeria a livelli imbarazzanti».

 

Conclude l’on. Paolini: «Sono anche certo che più presto che tardi certe verità emergeranno e tanta brava gente umiliata e vilipesa sarà valorizzata per quel che merita».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *