SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo la presentazione alla Leopolda si è costituito il primo Comitato di Azione Civile di San Benedetto del Tronto. E’ presieduto dall’avvocato Luigi De Scrilli.

 

I Comitati di Azione Civile non sono un partito perché non pretendono di parlare di tutto, ma di poche cose fondamentali che appartengono a tutti. Sono cose che non appartengono per definizione ad alcun partito perché sono, al contrario, funzionali a riconoscersi interamente come comunità, al di là delle differenze. Il Comitato non ha scopo di lucro ed ha per scopo la promozione di iniziative di natura sociale, civile, culturale, scientifica e politica volte a diffondere un sentimento di cittadinanza attiva, di partecipazione diretta a difesa della democrazia e delle istituzioni repubblicane in modo da costituire un argine alla diffusione dei sovranismi e dei totalitarismi, un contrasto alla diffusione delle teorie di odio, discriminazione, intolleranza, superstizione.

 

«Il tema da noi scelto – spiega il presidente De Scrilli  è “società aperta”, vale a dire una società aperta a più valori, a più idee, a più proposte politiche. Il Comitato è aperto a tutti e vuole superare i confini stretti del PD per aprirsi a tutti coloro che si riconoscono nei valori fondamentali del nostro convivere civile ed infatti nel Consiglio Direttivo sono presenti anche persone la cui storia politica non può certo definirsi di sinistra.

 

Presidente del Comitato Luigi De Scrilli. Fanno parte del consiglio direttivo Katiuscia Chiappini, Daniela Bigossi, Ada Pozzi, Ivana Chiappini, Tonino Capriotti. Giuseppe Filiaci. Info, e mail comitatoazionecivilesbt@gmail.com.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *