SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Controllo del vicinato e più forze dell’ordine: Marco Curzi presenta una nuova interrogazione in cui chiede conto dello stato dell’arte sulla questione sicurezza.

 

A seguito dell’allarme lanciato dal Siulp, il socialista porta il problema in assise, chiedendo un reale potenziamento delle forze dell’ordine in Riviera e l’implementamento del programma “Controllo del Vicinato”, proposto da diversi anni dall’associazione Occhio Amico PdA.

 

Curzi si concentra sulla questione commissariato: «Lo si vorrebbe ridurre ad un posto di Polizia stagionale operante in estate ma tale “contentino” non avrebbe nessuna incidenza in termini di reale sicurezza dei cittadini».

 

Guasti mai riparati, sistemi di videosorveglianza non funzionanti, linee telematiche obsolete, trasferimento di personale in altre sedi: il consigliere denuncia una consolidata mancanza di attenzione. «La questura di Ascoli dispone attualmente di 170 unità, mentre noi abbiamo appena 50 agenti. Ne servirebbero con urgenza almeno 10-15 per le volanti».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *