SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Confcommercio favorevole alla proposta del M5S e della Lega di osservare le chiusure domenicali e festive dei negozi e dei centri commerciali (LEGGI QUI). «L’associazione che presiedo è da tempo favorevole alle chiusure festive degli esercizi commerciali», così Fausto Calabresi, segretario di Confcommercio della provincia di Ascoli Piceno e di San Benedetto del Tronto.

 

«Noi difendiamo la piccola distribuzione, che soffre la concorrenza degli ipermercati in quanto possono permettersi la rotazione dei dipendenti. Il piccolo negozio avrebbe due benefici dalla chiusura domenicale: avere la possibilità di trascorrere i giorni festivi in famiglia e risparmiare sui costi per il personale».

 

Continua Calabresi: «Ovvio che sarebbero necessarie deroghe al periodo natalizio e durante l’estate. Ma oltre queste concessioni non si dovrebbe andare».

 

L’e commerce non chiude mai, per cui rimarrebbe la concorrenza full time delle attività commerciali che usano internet come canale di vendita. «Con la rete siamo all’apertura selvaggia. Si tratta du un commercio spesso praticato da persone che stoccano la merce in garage  in casa, con il vantaggio di non avere le spese per un negozio fisico. Un minimo di regolamentazione ci vorrebbe anche per internet, senza ledere la libertà d’impresa. Ma l’assenza di regola danneggia i negozi che sono presidi di accoglienza e sicurezza dei centri abitati. Non voglio immaginare i centri delle città senza negozi al dettaglio: diverrebbero luoghi poco attraenti e meno sicuri».

 

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *