SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La pista di ghiaccio di piazza del Redentore, a Porto d’Ascoli, è sprovvista dell’autorizzazione per esercitare la sua attività?

 

La commissione di vigilanza del comune si è riunita ieri e ha rilasciato il nullaosta, propedeutico alla concessione dell’autorizzazione.  Eppure la pista di ghiaccio ha iniziato (l’Ice Village) la sua attività il 1° dicembre, evidentemente esercitava senza i regolari permessi.

 

«La cosa scandalosa – tuona il consigliere Pd Tonino Capriotti – è che i vigili hanno elevato delle multe ai fedeli accorsi alla funzione di don Gianluca Rosati, invece di multare gli organizzatori della pista di ghiaccio che ha ospitato bimbi e accompagnatori senza i permessi: l’autorizzazione verrà concessa solo oggi, presumibilmente, dopo tredici giorni di attività non regolare. Il sindaco dovrebbe essere garante della legalità, invece si è ripetuto ciò che è accaduto con la giostra dell’autoscontro qualche mese fa».

 

Va precisato che l’Ice Village di piazza del Redentore non è organizzato dall’associazione dei commercianti PdA Shopping Center, che si occupa prevalentemente della Casa di Babbo Natale.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *