SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Secondo il piano triennale di opere pubbliche, approvato da poco in giunta, ci sarebbero aperture sul capolinea dei bus.

 

A rivelarlo è il vicesindaco Andrea Assenti: «Non mettiamo date, o rischiamo di depistare» dice l’assessore alle opere pubbliche, «ma stiamo valutando un accordo con le Ferrovie per l’acquisto della zona. Dopodiché dovremo sottoscrivere un contratto con la Multiservizi, che gestisce i parcheggi. Per giugno dovremmo aver risolto la questione sulla carta».

 

L’operazione si rende necessaria a causa dello stato d’inquinamento in cui versa parte del centro. I bus in fermata rilasciano smog e strade come via Gramsci o piazza San Giovanni sono diventate invivibili. Bisogna risolvere comunque la magagna dei parcheggi, perché quegli stalli verrebbero persi, e ancora non si sa dove recuperarli.

 

«In ogni caso la nostra priorità è migliorare la qualità della vita» dichiara Assenti, «e lo faremo con la pedonalizzazione di piazza Montebello e il progetto di videosorveglianza».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *