SAN BENEDETTO DEL TRONTO  – Nell’arena del palazzetto dello sport di Spoltore (PE), con almeno 100 supporters a seguito organizzati con pullman e auto proprie, il pugile professionista Jonny Cocci, accompagnato all’angolo dal Maestro Attilio Romanelli, ha incrociato i guantoni con il beniamino di casa Davide De Lellis per uno spettacolare match sulle sei riprese.

 

 

Nella magica serata di ieri non c’erano titoli in palio ma l’appuntamento sportivo rivestiva una particolare importanza in quanto rappresenta una tappa di avvicinamento alla sfida delle sfide, ovvero l’incontro per il titolo italiano della categoria Supermedi.

 

I due fighters, in un palazzetto gremito da tifosi casalinghi e sambenedettesi, hanno dato vita ad un primo round così vibrante da far ricordare a qualche addetto ai lavori il mitico primo round Hagler-Hearnst, ma con il supplemento questa volta di un rovinoso knockout che ha visto il pugile di casa Davide De Lellis cadere al tappeto e subire i canonici dieci secondi di conteggio.

 

 

Da lì in poi è stato un continuo assedio da parte del sambenedettese Jonny Cocci insistentemente alla ricerca di una conclusione anticipata del match. Assedio che è continuato per tutte le restanti 5 riprese con un De Lellis in balia di una vera e propria tempesta di diretti, ganci e montanti, sferrati da un ordinatissimo Cocci, che arrivavano al bersaglio lasciando evidenti segni sul volto del malcapitato pugile spoltorese al quale, indubbiamente, vanno riconosciute doti di eccellente accusatore.

 

Quando alla fine dell’incontro, lo speaker della serata comunicava il verdetto di parità, lo sconcerto del pubblico, compreso quello di casa, era palpabile e, ancora una volta di più, pone l’atavico problema di giustizia delle valutazioni nell’ambito dello sport più antico del mondo.

 

I due pugili professionisti supermedi ieri sera si incontravano per la quinta volta e l’esito è sempre stato quello del pari, l’Accademia Pugilistica 1923 sta pensando di organizzare a San Benedetto del Tronto quello che certamente diverrebbe uno degli appuntamenti pugilistici più attesi dell’anno, la super sfida finale per decretare il Re dei supermedi Marche-Abruzzo.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *