SAN BENEDETTO DEL TRONTOIl Piano Triennale di Opere Pubbliche, da poco approvato in giunta, viene presentato dall’amministrazione come ricco di fondi statali.

 

«Abbiamo impostato il triennale su tre pilastri» dichiara il sindaco Pasqualino Piunti, «ossia stadio Ballarin, lungomare e piazza Montebello». Ce ne sarebbe un quarto, ossia la piscina comunale, che costituisce la somma più copiosa del piano, sebbene frutto di cofinanziamento pubblico-privato.

 

E arriva il vicesindaco Assenti a svelare le somme finanziate dallo stato: «Per quanto riguarda il Ballarin, ci sono i 400mila euro, ricavati in parte della vendita della scuola Curzi». Parte di quel denaro andrà a rimpinguare anche la voce di spesa “piazza Montebello”.

 

E poi: «Ci sono 400mila euro intercettati per le opere sul lungomare e i 412mila di videosorveglianza». A quest’ultimo investimento verranno aggiunti i 500mila dell’amministrazione comunale.

 

Per quanto riguarda la riqualificazione del lungomare nord, il Comune accenderà un mutuo di quasi 4 milioni di euro. I lavori dovrebbero iniziare alla fine della stagione balneare 2019.

 

«Vanno menzionati anche i 1.370.ooo euro di fondi per le aree degradate, i 200mila per la Centrale termica Sabatino D’Angelo e i 673mila per il porto e la Piccola Pesca».

 

Per quanto riguarda la piscina comunale, Assenti torna a ribadire il coinvolgimento dei privati, per un project financing di 3,6 milioni. In ultimo, ci sono i 1.517.000 euro dirottati alla scuola Miscia.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *