ASCOLI PICENO – Un latitante italiano, Pasquale Scalise, quarantasette anni, di Mirano, è stato arrestato nel quartiere Ali Demi di Tirana (località nella quale era conosciuto con il nome Andrea) dai carabinieri di Venezia con il supporto della polizia albanese. L’uomo, che deve scontare undici anni di carcere, è stato localizzato, grazie alla collaborazione della Direzione Centrale di Polizia Criminale. Tra le vittime una nota azienda di San Benedetto del Tronto, alla quale sono stati sottratti veicoli per decine di migliaia di euro.

 

Scalise era colpito da mandato di cattura internazionale, emesso dalla magistratura di Ascoli Piceno per una condanna a sei anni e sei mesi per numerose truffe e ricettazioni commesse in tutta Italia e in particolare al nord, ai danni di aziende e privati anche attraverso l’utilizzo di sistemi informatici. Al rientro in Italia, a Scalise verrà notificato un altro analogo provvedimento emesso dalla Corte d’ Appello de L’Aquila per una condanna di cinque anni relativa alla bancarotta fraudolenta di due società a lui intestate, la Punto Si e la Edil 4 di Martinsicuro. L’uomo, in carcere a Tirana, è in attesa di estradizione.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *