ASCOLI PICENO – L’amministrazione comunale ha aderito al bando “Sinergie 2019” per la valutazione e la selezione di proposte innovative a favore dei giovani con età compresa tra i 16 e i 35 anni.

 

Ecco di cosa si tratta.
In attuazione degli Accordi stipulati il 15 dicembre 2017 e il 19 febbraio 2019 fra la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale e l’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) per l’utilizzo del riparto destinato agli Enti Locali del “Fondo per le Politiche Giovanili”, è stato pubblicato l’Avviso Pubblico “SINERGIE”.

 

Il bando serve per la presentazione di proposte progettuali di gemellaggio per lo sviluppo e la diffusione di interventi di innovazione sociale giovanile.

 

L’Avviso – i proponenti dovranno trasmettere le loro candidature al Comune di Ascoli entro le ore 12 del 19 agosto 2019.

 

Enti Locali bando SINERGIE 2019: caratteristiche di base
Le proposte progettuali dovranno avere le seguenti caratteristiche di base:
a) avere come beneficiari finali giovani di età compresa fra i 16 e 35 anni, sia considerati singolarmente che in forma associata;
b) prevedere come proponenti: un Comune tra quelli inseriti nell’Elenco in qualità di “cedente” e un Ente locale (Comune o Città metropolitana o Unione di Comuni) mai finanziato sui precedenti Programmi “ComuneMenteGiovane”, “MeetYoungCities”, “Giovani RigenerAzioni Creative” e “Restart” in qualità di “riusante”;
c) prevedere la conclusione delle attività entro 12 mesi dalla data di sottoscrizione della Convenzione attuativa con ANCI;
d) prevedere meccanismi di scambio fra il “cedente” e il “riusante” che garantiscano il trasferimento delle competenze attuative fra territori;
e) prevedere, in particolare nella fase di trasferimento sul territorio del “riusante”, percorsi di progettazione partecipata con il coinvolgimento di giovani under 35 e dei vari attori locali in ambito sociale, economico e culturale: singoli giovani e cittadini, ordini e categorie professionali, associazioni giovanili, culturali e sociali, imprese e categorie produttive, giovanili e culturali;
f) essere orientate alle specificità e priorità di sviluppo dei territori di riferimento, stimolando nei giovani beneficiari una relazione positiva fra la costruzione del proprio futuro e il contributo al miglioramento del contesto nel quale si vive;
g) facilitare, in ottica di inclusione, la partecipazione alle attività da parte di categorie di popolazione giovanile svantaggiate e l’integrazione delle stesse nella vita cittadina;
h) contribuire all’accrescimento, nei giovani coinvolti, di competenze professionali spendibili nel mercato del lavoro, a prescindere dall’area di intervento individuata nella proposta progettuale;
i) consolidare e avviare azioni destinate a prolungarsi oltre i termini di scadenza del progetto, utilizzando tali risorse come volano e catalizzatore per l’attivazione di nuovi finanziamenti pubblici e/o privati e per definire una progettualità pluriennale.
Per quanto riguarda le “aree tematiche” di intervento, le proposte progettuali dovranno essere coerenti con le voci presenti nell’Elenco, che sono:
a)Condivisione di spazi, beni e servizi
b) Sostenibilità ambientale
c) Mobilità
d) Supporto alle filiere produttive
e) Integrazione e contrasto al disagio giovanile
f) Cultura
g) Lavoro e competenze
h) Comunicazione dei servizi
i) Mappatura di bisogni e servizi.

 

Il Comune di Ascoli aderendo all’Avviso “Sinergie 2019” vuole dar spazio ai ragazzi del territorio, rilanciandolo con progetti di innovazione sociale e sviluppo. A tale scopo ha pubblicato un bando per la selezione di progetti e proposte innovative legate ai giovani, finanziabili fino a un massimo di 220 mila euro grazie a contributi Anci confidando nella buona adesione di Enti e privati.

 

Maggiori info su: www.anci.it (bando sinergie 2019 o politiche giovanili).

(Annalea Vallesi)

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *