GROTTAMMARE – Dopo il completamento di un mini-tunnel all’interno della galleria ‘Castello’ in direzione sud tra Pedaso e Grottammare, sarà riaperta oggi e solo al traffico leggero la circolazione autostradale nel tratto A14 tra Marche e Abruzzo in direzione sud. La misura decisa da Autostrade è emersa nel corso del Comitato operativo per la viabilità presieduto dal prefetto di Ascoli Piceno Rita Stentella in cui si è fatto il punto dello stato di avanzamento dei lavori nel tunnel dopo l’incendio di un tir, il 23 agosto, che ha danneggiato la struttura imponendo prima l’uscita obbligatoria nel interessato tratto, poi lo scambio di corsia verso Pescara ora in vigore, con circolazione a doppio senso sulla carreggiata nord tra Grottammare e Porto San Giorgio. Tutto ciò, in concomitanza con il controesodo, ha provocato lunghi incolonnamenti specialmente nel fine settimana. Si segnalano ancora code a tratti di dieci chilometri verso nord e due chilometri verso sud in prossimità dello scambio di corsia.

 

Il sito ufficiale di Autostrade per l’Italia comunica che: «Sulla A14 Bologna-Taranto, sono in corso i lavori di messa in sicurezza della galleria ‘Castello’ di Grottammare nel tratto compreso tra Pedaso e Grottammare in direzione Pescara. Nelle seguenti fasce orarie la carreggiata nord sarà libera da restringimenti, mentre sulla carreggiata sud potranno transitare i soli veicoli leggeri, restando quindi vietata su essa la circolazione per i mezzi pesanti con massa superiore alle sette tonnellate e mezzo e per gli autobus: dalle ore 10 alle ore 20 di oggi venerdì 31 agosto; dalle ore 8 alle ore 20 di sabato 1 settembre; dalle ore 8 alle ore 20 di domenica 2 settembre; dalle ore 8 alle ore 20 di lunedì 3 settembre.

 

Tra Pedaso e Grottammare in direzione Pescara dalle ore 13 di oggi sarà consentito il solo transito alle autovetture ed ai veicoli con massa a pieno carico < 7.5 tonellate e con altezza massima di 4,10 metri. Percorsi alternativi per i mezzi pesanti e gli autobus nelle fasce orarie soggette a divieto».

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *