MONTEPRANDONE – In occasione della Giornata Internazionale del Jazz (indetta dall’Unesco, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura), a Monteprandone si tiene l’International Jazz Dayuna rassegna di quattro concerti con alcuni dei più famosi nomi del genere musicale.

 

 

Giunta alla seconda edizione, l’iniziativa si svolge nel mese di aprile al centro GiovArti di Centobuchi (in viale De Gasperi 235) ed è organizzata dall’associazione Marche Jazz con il patrocinio e il sostegno del Comune di Monteprandone e della Fondazione Carisap e la partnership di Idea Pallet by Pla.fer.cart per l’allestimento della sala. A presentare il calendario degli eventi al GiovArti c’erano Fabrizio Puzielli dell’associazione Marche Jazz, Alessio Capecciconsigliere comunale con delega alle politiche giovanili e l’artista Nazareno Luciani.

 

 

Ad aprire la rassegna, venerdì 5 aprile, “Ljuba 4et” quartetto guidato dalla cantante Ljuba de Angelis che propone “Voyage” un viaggio dal Sud America all’Europa attraverso una rivisitazione di classici brasiliani, argentini sino ad arrivare alla chanson française. Il quartetto è completato dal pianista abruzzese Massimiliano Coclite, Stefano Travaglini al basso e Niki Barulli alla batteria musicisti attivi nel panorama jazzistico italiano e internazionale da anni.

 

 

Come la scorsa edizione il festival proseguirà per tutto il mese di aprile con cadenza settimanale: venerdì 12 aprile con il “Fabrizio Puzielli Quartet” e venerdì 26 aprile con i “Cuneman 5et” e si concluderà martedì 30 aprile con una jam session finale in cui si celebrerà il jazz in tutte le sue forme e i suoi stili. I concerti, tutti a ingresso gratuito, hanno inizio alle ore 22. Durante la serata sarà offerto un piccolo buffet da parte dell’organizzazione.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *