MONSAMPOLO DEL TRONTO – E’ caduta la giunta guidata dal sindaco Pierluigi Caioni a seguito delle dimissioni di sette consiglieri di maggioranza. Il prefetto, Rita Stentella,  ha disposto la temporanea sospensione del Consiglio comunale e la contestuale nomina di Giuseppe Dinardo, vice prefetto aggiunto e capo di gabinetto, a commissario prefettizio per la provvisoria gestione del Comune, in attesa del perfezionamento della procedura di scioglimento dello stesso consesso da parte del Presidente della Repubblica.

 

Il provvedimento si è reso necessario a seguito delle dimissioni collettive, contestuali ed irrevocabili rassegnate da sette consiglieri comunali.

 

La lettera firmata da sette consiglieri di maggioranza è stata protocollata nel Municipio nella mattinata di mercoledì 28 novembre. Si sono dimessi Massimo Narcisi (ex vice sindaco, lista civica Uniti Verso il Futuro), Iriade Luzi (gruppo M5s), Riccardo Gagliardi (lista civica Uniti Verso il Futuro), Matteo Scarpetti (Uniti Verso il Futuro), Luca Corradetti (Insieme per Fare), Raniero Tosti (Insieme per Fare), Davide Luciani (Insieme per Fare).

 

Da qualche tempo c’era malumore in maggioranza. La crisi si era delineata a settembre con le dimissioni dalla carica di vice sindaco di Narcisi, che aveva parlato di mancaza di feeling. La situazione è precipitata ieri con le dimissioni di sette membri di maggioranza che di fatto hanno decretato la decadenza del sindaco Caioni e il commissariamento del Comune di Monsampolo del Tronto.

© Riproduzione riservata


Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *